Avere un Cane
Se desideri un nuovo amico passa al Canile di Migliaro. Troverai tanti simpatici animali in cerca di una nuova casa.
Sono previste agevolazioni per chi adotta un cane randagio di proprietà del Comune di Codigoro ed ospitato presso il canile. Per saperne di più.
 
 
LA CURA DEL PROPRIO CANE
 
Il proprietario, o il detentore, o chiunque si occupi anche temporaneamente di un cane è responsabile della sua salute e del suo benessere. Dovrà rifornirlo di cibo e acqua in quantità sufficiente, assicurargli le necessarie cure sanitarie, la possibilità di esercizio fisico, la pulizia degli spazi di dimora; dovrà inoltre prendere le precauzioni per impedirne la fuga e garantire la tutela di terzi da aggressioni.
 
È vietato allontanare dalla madre i cuccioli al di sotto di 2 mesi di età 
 
Chi detiene un cane dovrà provvedere a consentirgli, ogni giorno, l'opportuna attività motoria. I cani tenuti in appartamento o in recinto devono poter effettuare regolari uscite giornaliere. Ai cani detenuti in luoghi isolati o presso case disabitate deve essere comunque assicurato un rapporto quotidiano con il proprietario o altra persona da lui incaricata.
 
 
ANAGRAFE CANINA
 
- I propietari dei cani, sono tenuti all'iscrizione entro trenta giorni dalla nascita dell'animale o da quando ne vengano in possesso.
- Lo smarrimento o la sottrazione di un cane devono essere segnalati al Comune competente entro tre giorni.
- I proprietari di cani sono tenuti a segnalare, entro quindici giorni, ai Comuni interessati, la cessione definitiva o la morte dell'animale, nonché eventuali cambiamenti della propria residenza.  
 
 
ALCUNE REGOLE PER IL PADRONE

- E' vietato tenere cani legati o a catena. E' permesso, per periodi di tempo non superiori ad otto ore nell'arco della giornata, detenere i cani ad una catena di almeno 6 metri a scorrere su di un cavo aereo della lunghezza di almeno metri 5 e di altezza metri 2 dal terreno; la catena dovrà essere munita di due moschettoni rotanti alle estremità.
- Per un cane custodito in recinto, la superficie di base dello stesso non dovrà essere inferiore a 9 (nove) metri quadrati, e comunque tale da permettere all'animale un adeguato movimento fisiologico.
- E' vietato tenere cani ed altri animali all'esterno sprovvisti di un idoneo riparo.
- E' vietato tenere costantemente animali in terrazze o balconi di dimensioni non proporzionate ai soggetti.
- Gli animali, di proprietà o detenuti a qualsiasi titolo, dovranno essere fatti visitare da medici veterinari ogni qualvolta il loro stato di salute lo renda necessario.


QUANDO IL PADRONE PORTA A SPASSO IL CANE, DEVE RICORDARE..
 
- Il guinzaglio
- La museruola (nel caso sia un po' aggressivo, nel caso debba entrare nei locali pubblici e sui mezzi pubblici di trasporto).
- Raccogliere le feci dell'animale e recare con sè gli strumenti idonei alla loro raccolta. L'obbligo sussiste per qualsiasi luogo o area pubblica o di uso pubblico (via, piazza, giardino o altro) dell'intero territorio comunale.
 
Il proprietario o il detentore è responsabile del controllo e della conduzione dell'animale e risponde sia civilmente sia penalmente dei danni o delle lesioni a persone, animali o cose provocati dall'animale;
 
Ai cani accompagnati dal proprietario o da altro detentore, muniti di guinzaglio, è consentito l'accesso a tutte le aree pubbliche, compresi i giardini ed i parchi pubblici.
E' invece vietato l'accesso in aree destinate e attrezzate per particolari scopi - come le aree giochi per bambini - o quando a tal fine siano chiaramente delimitate e segnalate con appositi cartelli di divieto.
 
Cerca nel sito

Anno precedente Mese precedente Maggio 2019 Mese successivo Anno successivo
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
     1  2  3  4  5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31

Data ultimo aggiornamento: 24/05/2019
Versione 2.0  ( AFC 2007.01 )
Valid XHTML 1.0 Strict  Level Double-A conformance icon, 
          W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0