Garzaia di Codigoro
 
Dal 1 gennaio 2016 sarà attivo e operativo il nuovo NUMERO VERDE del Centralino dell'Associazione L.I.D.A. - Sezione di Ferrara, per la richiesta di interventi a favore di animali in difficoltà, di seguito indicato:

800 600 882

Un operatore virtuale vi chiederà di digitare un numero della tastiera telefonica in virtù del tipo di richiesta da effettuare, nella fattispecie:
  1. TASTO N. 1 - Recupero fauna selvatica presso Centro Recupero Fauna Selvatica 'Garzaia' di Codigoro
  2. TASTO N. 2 - Gestione e soccorso veterinario colonie feline censite nel comune di Comacchio (convenzione esclusiva con Comune di Comacchio e frazioni)
  3. TASTO N. 3 - Segnalazioni/richieste sopralluoghi per Nucleo Guardie Eco-Zoofile
  4. TASTO N. 4 - Richiesta intervento ambulanza veterinaria per gatti/cani randagi feriti (al momento convenzione esclusiva con i Comuni di Portomaggiore, Argenta e Ostellato, frazioni comprese)
  5. TASTO N. 5 - Ufficio di segreteria/presidenza L.I.D.A.

Mercoledì 23 luglio 2014 è stato riaperto, con autorizzazione della Provincia di Ferrara - Settore Ambiente e Agricoltura, il
 
Centro di Recupero Fauna Selvatica "Garzaia di Codigoro"
 
gestito dalla Associazione
 
LIDA - Lega Italiana dei Diritti dell'Animale, Sezione di Ferrara
 
 
La cerimonia di riapertura del Centro di Recupero Fauna Selvatica "Garzaia di Codigoro" ha rappresentato per il Sindaco di Codigoro, Rita Cinti Luciani, per l'Ing Magri, Responsabile del Settore Ambiente e Agricoltura Provincia di Ferrara, per il Presidente della LIDA, A. Sannino, per i Veterinari dell'Azienda USL di Ferrara e per i Rappresentanti del Corpo Forestale dello Stato e della Polizia Provinciale, l'occasione per ringraziare tutti i cittadini ed i volontari che si adoperano nell'attività di recupero e segnalazione di esemplari di fauna selvatica in difficoltà e per ribadire l'importanza di questa struttura operativa, con un Responsabile Veterinario operante nel Comune di Codigoro, e quindi nell'area del Delta del Po, per la tutela e il recupero della Fauna Selvatica, quali mammiferi, volpe, tasso, pipistrelli e diverse specie di uccelli tra cui rapaci, passeriforrni, anatidi, ecc.
 

 
 

 
 
LA GARZAIA DI CODIGORO
 
La Garzaia di Codigoro è ricompresa nel perimetro della ZPS IT4060011 "Garzaia dello Zuccherificio di Codigoro e Po di Volano": una superficie totale di 184 ettari in Provincia di Ferrara che interessa i comuni di Codigoro e Fiscaglia.

Acquisita dal Comune di Codigoro dalla Società Eridania, la Garzaia di Codigoro, un'area di circa sei ettari parte integrante dell'attiguo zuccherificio oggi in disuso, viene censita per la prima volta nel 1981 da ricercatori dell'Università degli Studi di Pavia, ai quali apparve subito come una delle più consistenti ed importanti colonie di Aironi dell'Italia settentrionale; caratteristica che valse immediatamente l'istituzione, da parte della Provincia di Ferrara, di "un'oasi di protezione della fauna".

È frequentata da varie specie di Aironi che, insediatisi dopo l'abbandono dell'attività saccarifera sul retrostante parco composto da cespugli e alberi di Robinie, Pioppi, Sambuchi e Pruni, trovarono in questo riparato ambiente rifugio abbondanti risorse alimentari e possibilità di nidifìcazione.

Nell'area rimangono a svernare circa duecento individui tra Garzette, Aironi guardabuoi e Aironi bianchi maggiori (provenienti probabilmente anche da altre aree del comprensorio deltizio, insieme ad Aironi cenerini); in inverno sono stati contati fino a 70 esemplari di Airone bianco maggiore.
 
Condividi
 
Cerca nel sito

Anno precedente Mese precedente Giugno 2019 Mese successivo Anno successivo
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
           1  2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30

Data ultimo aggiornamento: 20/06/2019
Versione 2.0  ( AFC 2007.01 )
Valid XHTML 1.0 Strict  Level Double-A conformance icon, 
          W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0