Bonus Amianto per le attività produttive
Dal 16 novembre si potrà accedere al contributo sulla bonifica per rimozione e smaltimento.
 
DM Ambiente del 15.06.2016: sono previsti fondi pari a 17 milioni per il credito d'imposta del 50% della spesa sostenuita da ricevere in tre anni. Ammesse solo le spese effettuate nel 2016 dalle sole attività produttive. Il 16 novembre alle ore 10 inizierà la fase di presentazione delle domande.

E' appena stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale (n. 243 del 17 ottobre) il Decreto del Ministero dell'Ambiente del 15 giugno 2016 del collegato ambientale Legge n. 221 del 2015 che dà avvio alla fase di presentazione delle domande.
 
Il bonus fiscale prevede uno sconto pari al 50% delle spese sostenute dai tiotolari di reddito di impresa per interventi di bonifica dall'amianto (per rimozione e smaltimento) su beni e strutture produttive conclusi e pagati entro il 31.12.2016 (fino ad un valore massimo di 200mila euro per impresa, spalmati su tre anni dal 2017 in poi). Il credito d'imposta sarà assegnato fino ad esaurimento fondi (17 milioni totali, pari a 5,6 milioni all'anno, da scontare in tre anni), secondo il meccanismo del "click day". Trenta giorni dopo la pubblicazione del decreto scatterà la possibilità della presentazione delle domande.
 
Si specifica altresì che sono ammissibili allo sconto fiscale SOLO " gli interventi di rimozione e smaltimento , anche previo trattamento in impianti autorizzati, dell'amianto presente in coperture e manufatti di beni e strutture produttive ubicati nel territorio nazionale effettuati nel rispetto della normativa ambientale e di sicurezza nei luoghi di lavoro".
 
ALCUNI DATI:
CREDITO: 50 % delle spese totali che, però, devono sempre superare l'importo minimo di 20mila euro.
 
LIMITE MASSIMO DEI COSTI AMMISSIBILI: 400mila euro per ogni impresa, che equivalgono a 200mila euro di sgravio.
 
COSA OCCORRE:
  • Attestazione di un professionista (presidente del collegio sindacale, un revisore legale, un commercialista o un consulente del lavoro) relativamente alle spese sostenute.
PRECISAZIONI:
  1. Il credito non è cumulabile con altre agevolazioni.
  2. Non sono previsti finanziamenti di interventi successivi alla bonifica, come ad esempio il rifacimento delle coperture.
  3. Oltre all'attività di bonifica per rimozione o smaltimento, possono essere considerate eligibili esclusivamente le spese propedeutiche per le perizie, nel limite del 10% delle spese sostenute e comunque non oltre un ammontare di 10mila euro totali.
  4. Il credito di imposta riguarda solo gli interventi che comportano la rimozione e lo smaltimento dell'amianto e non il semplice incapsulamento o confinamento.
  5. Saranno finanziati solo gli interventi conclusi, cioè quelli di cui l'impresa possa comprovare i pagamenti effettuati e l'avvenuto smaltimento in discarica dei manufatti contenenti amianto entro il 31 dicembre del 2016.
 
 
 
Cerca nel sito

Anno precedente Mese precedente Giugno 2017 Mese successivo Anno successivo
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
       1  2  3  4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30

Data ultimo aggiornamento: 22/06/2017
Versione 2.0  ( AFC 2007.01 )
Valid XHTML 1.0 Strict  Level Double-A conformance icon, 
          W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0