Incendio stabilimento ex Falco
27/07/2018 - Comunicato stampa
 
Nella mattinata di venerdì 27 luglio, a seguito del quinto Tavolo Tecnico che si è tenuto presso la Residenza Municipale, dal momento che l'emergenza è stata valutata conclusa, ho deciso di chiudere il COC (Centro Operativo Comunale).
 
Arpae nelle ore e nei giorni successivi all'incendio si è occupata di monitorare lo stato dell'aria, mentre Ausl si sta impegnando nell'analisi dei campionamenti dei prodotti animali, delle foraggere e del miele e, essendo procedure complesse, ci verranno consegnati i risultati soltanto a giorni. A distanza di 60 giorni verranno inoltre eseguiti ulteriori controlli per verificare l'evoluzione della situazione. Le analisi eseguite da Arpae dimostrano che i risultati emersi sono a norma di legge: tutte le tabelle si possono reperire con la massima trasparenza sul sito ufficiale di Arpae.
  
Già da diversi giorni i Vigili del Fuoco sono riusciti a spegnere l'incendio e, al momento, stanno procedendo le operazioni di smassamento. Per smassamento si intende lo spostamento di materiale; è chiaro che durante le operazioni esce qualche nuvola di polvere e fumo e la conseguenza è l'odore acre che si avverte, ma che si dissolve rapidamente.
Come Sindaco conosco le leggi e le procedure e sono consapevole del mio ruolo, non ho convocato nessun Consiglio Comunale perché non si deve deliberare nulla, né fare nessun atto; ma ho attivato fin da subito il COC (Centro Operativo Comunale) e mi sono tenuta in stretto contatto con la Protezione Civile, occupandomi delle cinque emergenze principali:
- l'entità del fuoco e i tempi di spegnimento,
- l'analisi dell'aria,
- l'analisi dei prodotti agricoli circostanti,
- i problemi alla viabilità causati eventualmente dal fumo, in particolare sulla strada Statale Romea e legati alla sicurezza in generale,
- la sicurezza dei lavoratori di Kastamonu e delle Aziende limitrofe.
 
Mi rendo conto del disagio e delle difficoltà provocate da questa situazione di emergenza: per questa ragione ho ritenuto necessario informarmi delle condizioni di salute delle persone più esposte perché residenti in prossimità dell'azienda e ho personalmente fatto visita ad alcuni cittadini che hanno subito il maggior disagio, invitandoli, in caso di danni, a farli pervenire a Kastamonu in modo da essere risarciti.
Kastamonu deve ricevere le autorizzazioni di AIA (Autorizzazione Integrata Ambientale) e di VIA (Valutazione di Impatto Ambientale) per poter procedere con la produzione.
Arpae aveva già rilasciato l'autorizzazione ai sensi dell'art. 208 del Decreto Legislativo 152/06 per lo stoccaggio di materiale legnoso costituito da: 34.452 tonnellate di materiale legnoso già presente, 18.000 tonnellate di materiale di scarto (Wind sifter), anche questo già presente in loco e di ulteriori 18.000 tonnellate di nuovo materiale legnoso.
Incidenti di questo tipo sono accaduti anche in passato al Gruppo Trombini (ex Falco): voglio ricordare infatti che nel 1996 sono stati impiegati 22 giorni per domare l'incendio, mentre nel 2008/2009 sono serviti circa 12 giorni per lo spegnimento.
Come ho gia detto, Kastamonu è una grande risorsa per il nostro territorio, che deve operare sempre nel massimo rispetto della salute pubblica e dell'ambiente.
 
Sono previsti 300 posti di lavoro, oltre ad una nuova viabilità che realizzerà in parte Kastamonu e in parte Anas con una nuova rotatoria sulla strada Statale Romea, che servirà a tutto il polo industriale a vantaggio della sicurezza stradale.
Verranno inoltre attivati corsi di formazione mirati e attuata la bonifica del sito, lasciato ormai da anni nel degrado più assoluto.
Per quanto riguarda la competenza del Comune di Codigoro, sarà quella relativa agli aspetti urbanistici ed edilizi legati al sito, che si discuteranno in Consiglio Comunale attraverso una delibera.
Come Sindaco continuerò durante il mio mandato a perseguire il benessere dei cittadini, a promuoverne la salute e l'impiego, consapevole però della necessità del supporto dell'intera comunità per superare i momenti più difficili: solo se lavoriamo insieme e nella stessa direzione possiamo far crescere il senso di coesione e la qualità del nostro territorio. Agire sulle legittime paure dei cittadini può apparire efficace nell'immediato ma, in verità, non aiuta ad approfondire e a conoscere la realtà.
Ringrazio quindi per il supporto, la pazienza e la comprensione dimostrata da tanti in questi giorni difficili e tutte le persone coinvolte nel duro lavoro di spegnimento: siete stati preziosi per il buon esito dell'emergenza!
 
Il Sindaco
Alice Zanardi
 
***
 
28/07/2018 - chiusura Centro Operativo Comunale (COC)
Con ordinanza n. 94 del 28/07/2018, il Sindaco ha disposto la chiusura del centro operativo Comunale (COC) aperto con provvedimento n. 91/2018
***
21/07/2018 - revoca ordinanza e risultati analisi Arpae
 
Con ordinanza n. 93 del 21/07/2018, il Sindaco ha disposto la revoca della precedente ordinanza n. 92 del 17/07/2017.
 
 
Dal sito internet di Arpae: 
 
 ***
 
21/07/2018 - Comunicato stampa
 
Questa mattina presso la Residenza Municipale si è tenuto il quarto Tavolo Tecnico a cui hanno partecipato i rappresentanti di Arpae, Protezione Civile Regionale Emilia Romagna, Ausl, il Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco, le Forze dell'Ordine: Polizia Municipale, Polizia Stradale, Carabinieri, Guardia di Finanza, i tecnici di Kastamonu ed il Dott. Fini, Direttore dello Stabilimento Conserve Italia di Pomposa.
 
La convocazione del tavolo si è resa necessaria ai fini dell'aggiornamento delle procedure di spegnimento e di smaltimento dei residui derivanti dalla combustione, ma soprattutto per l'acquisizione dei primi dati relativi alla qualità dell'aria comunicati da Arpae, ottenuti dai campionamenti effettuati ed aggiornati alle 24 ore precedenti nelle postazioni di rilevamento, situate nei centri abitati, rientranti nell'area interessata dai fumi provenienti dalla combustione del deposito Kastamonu.
 
Le risultanze delle analisi dei campionamenti confermano che la presenza nell'aria di sostanze nocive risulta in quantità minima, non rilevante ai fini della salute pubblica. Lo stesso Dottor Fersini dell'Azienda Ausl di Ferrara conferma che gli stessi dati sono rassicuranti. Si precisa che le risultanze sono pervenute in anticipo rispetto ai tempi tecnici previsti, poiché sono stati coinvolti i laboratori Arpae di Ravenna, Modena e Reggio Emilia, che hanno dato priorità assoluta a queste analisi vista l'emergenza in atto. 
Il Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco ha inoltre affermato che il fumo è nettamente diminuito e considerate le risorse umane e strumentali messe in campo per far cessare l'emergenza, a breve tutto rientrerà nella normalità.
 
Kastamonu da parte sua conferma la presenza sul posto di tre grossi mezzi escavatori, otto bulldozer e otto rotoloni più quattro irrigatori mobili su trattore, i quali fanno confluire h24 tonnellate di acqua sul deposito. Quest'acqua di risulta dello spegnimento viene raccolta e contenuta in un'apposita vasca di contenimento all'interno dello stabilimento e l'eccedenza mandata in una vasca di emergenza realizzata a fianco dello stabilimento. Su tre lati dell'accatastamento l'incendio è già stato spento.
 
In forza delle risultanze delle analisi effettuate da Arpae, l'Ausl afferma che i Comuni interessati possono revocare le Ordinanze Precauzionali adottate precedentemente, pertanto l'Ordinanza n. 92/2018 nella giornata odierna sarà revocata.
 
Si precisa che le Aziende Agricole e di Trasformazione possono procedere con le regolari attività di raccolta, stoccaggio e lavorazione dei prodotti derivanti dall'agricoltura. Sul sito di Arpae (www.arpae.it) potete trovare le tabelle con i dati di riferimento.
 
Il Sindaco Alice Zanardi 
 
*** 
 
20/07/2018 - risultati analisi Arpae
 
Dal sito di Arpae:
 
*** 
 
19/07/2018 - comunicato stampa Arpae
 
PRIMI RISULTATI UFFICIALI DELLE ANALISI ISTANTANEE EFFETTUATE SABATO 14 E DOMENICA 15 LUGLIO NEL TERRITORIO CIRCOSTANTE LO STABILIMENTO KASTAMONU ITALIA DI POMPOSA.
 
Dalle analisi dei campioni istantanei di aria (bags), effettuati sabato 14 e domenica 15 luglio a Pontelangorino (Fe), su indicazione dell'Azienda Usl Distretto Sud Est, a seguito l'incendio che ha riguardato l'impianto della ditta Kastamonu Italia (ex-Falco) di Pomposa, non sono emersi valori positivi.
 
Tutte le sostanze ricercate ha fatto registrare valori pari o vicini allo 0.
I due campioni sono stati prelevati a una distanza di circa 2,3 Km (P1*) e 2 km (P2*) dall'incendio in direzione rispettivamente Nord Ovest e Ovest-Nord-Ovest, sottovento rispetto all'incendio al momento del prelievo.
Il laboratorio specialistico della Sezione Arpae di Modena ha identificato i Composti Organici Volatili (COV) riportati nella tabella allegata. 
 
 
Rispetto a tali sostanze la normativa nazionale prevede limiti solo per il benzene (5 microg/m3 come media annua), cioè 0,005 mg/m3. Per le valutazioni sanitarie si rimanda agli Enti competenti.
 
Gli accertamenti analitici riguardanti altri microinquinanti organici e inorganici - quali diossine (PCDD/PCDF), idrocarburi policiclici aromatici (IPA), metalli, formaldeide, idrocarburi aromatici - sono ancora in corso da parte dei laboratori specializzati Arpae di Ravenna, Reggio Emilia e Modena.
Si tratta di determinazioni più lunghe e complesse i cui risultati saranno resi noti non appena disponibili.
 
*P1 - Pontelangorino - via Centro n.33/F, prelievo del 14/07 h. 21:55
*P2 - Pontelangorino - Fronte Secondo Tronco n.77-78, prelievo del 15/07 h. 16:30
  
Mappa e tabella con il dettaglio delle analisi: https://www.arpae.it/dettaglio_notizia.asp?id=9736&idlivello=30
 
 
*** 
 
 
19/07/2018 - comunicato stampa del Sindaco
 
Questa mattina presso la Residenza Municipale si è svolto il terzo Tavolo Tecnico per fare il punto della situazione.
Erano presenti tutte le Autorità competenti: Ausl - U.O.I.A.N. - U.O.A.V. - U.O.P.S.A.L. - M.O.D. Amianto e Rischio Chimico, VVF, Polizia Stradale, Carabinieri, PM, Guardia di Finanza, Tecnici e Vertici di Kastamonu e collaboratori, il Capo di Gabinetto del Prefetto, la Dott.ssa Mariaclaudia Ricciardi, oltre ai Sindaci dei Comuni limitrofi di Mesola e Goro.
 
Il Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco durante la riunione ha ribadito nuovamente che l'incendio è sotto controllo e che sin dal primo momento sono state messe a disposizione tutte le forze necessarie. E' stato coinvolto il Ministero, a causa della proporzione dell'incendio, ammettendo che ci troviamo in una situazione molto particolare, ma comunque, adesso che le temperature del focolaio si sono abbassate, sarà possibile intervenire con nuovi mezzi e se tutto procederà come pianificato, entro la giornata di sabato 21 luglio il fumo verrà ridotto ai minimi termini.
 
I primi risultati dei campionamenti di monitoraggio attuati da Arpae su più giornate arriveranno martedì 24 luglio, mentre i campionamenti istantanei effettuati durante le giornate di sabato 14 e domenica 15 luglio arriveranno questa sera o domani. 
 
E' stato stimato dall'Ausl che la situazione rientra nei casi in cui le uniche possibilità di difesa sono quelle della prevenzione a titolo precauzionale. L'Ausl sottolinea che al momento non sussistono elementi che facciano ritenere presente un pericolo per la salute. Le raccomandazioni dell'Ausl sui comportamenti da tenere quando sia presente del fumo sono fatte per limitare l'esposizione della popolazione ad esso ed ai suoi effetti potenziali.
 
Le precauzioni in campo di sicurezza alimentare (foraggi, latte, miele) sono dettate da un principio di precauzione ("come se") e saranno rivalutate quando saranno disponibili i risultati del monitoraggio ambientale.
 
Sin da subito, con il primo tavolo del COC convocato domenica mattina e il successivo convocato immediatamente il lunedì, sono state messe in campo tutte le forze necessarie per lo spegnimento dell'incendio e un tavolo di aggiornamento è stato indetto per sabato 21 luglio alle ore 9.00.
 
Il Sindaco Alice Zanardi
 
*** 
 
Aggiornamento 17/07/2018 - ordinanza sindacale n. 92
 
 
Con ordinanza n. 92 del 17/07/2018 il Sindaco, Alice Zanardi, in relazione all' incendio sviluppatosi presso lo stabilimento Kastamonu Italia srl, sito in Loc. Lovara n. 27, lungo la S.S. Romea, ha disposto l'applicazione delle seguenti cautele da assumere da parte della popolazione nel raggio di Km. 5 dal luogo dell'evento:
 
1. obbligo di tracciabilità delle foraggere raccolte dopo l'evento e divieto temporaneo di destinarle all'alimentazione animale;
2. divieto di alimentare i bovini produttori di latte con foraggi raccolti dopo l'evento, ricorrendo a foraggi prodotti in precedenza o provenienti da altre zone;
3. divieto di alimentare gli ovicaprini produttori di latte sul pascolo o con foraggi raccolti dopo l'evento, ricorrendo a foraggi prodotti in precedenza o provenienti da altre zone;
4. divieto di consumo alimentare dei prodotti della pesca provenienti dai corpi idrici (corsi d'acqua, laghetti, ecc.);
5. divieto di consumo delle uova prodotte da galline allevate all'aperto, che si alimentano prevalentemente sul suolo. Il divieto non riguarda le galline tenute al chiuso;
6. obbligo di tracciabilità del miele prodotto dopo l'evento ovvero obbligo di spostamento delle arnie al di fuori del territorio indicato.
 
RACCOMANDAZIONI
 
si raccomandano i seguenti comportamenti prudenziali suggeriti per limitare l'esposizione della popolazione:
 
- rimanere all'interno degli edifici con porte e finestre chiuse;
- evitare sforzi fisici e di svolgere attività sportiva all'aria aperta;
- non utilizzare condizionatori con presa d'aria esterna;
- utilizzare solo condizionatori privi di presa d'aria esterna lavando frequentemente i filtri;
- evitare di cuocere cibi se sprovvisti di cappa di aspirazione collegata all'esterno e di passare l'aspirapolvere (tali operazioni possono aumentare l'inquinamento interno);
- tenere umidificate le vie aeree bevendo molta acqua e/o altri liquidi. Respirare attraverso un panno caldo umido può anche contribuire ad alleviare la secchezza e/o il fastidio;
- evitare di consumare e/o somministrare cibi e bevande in aree esterne; 
 
Nel caso si utilizzi frutta e verdura raccolta nei propri orti:
a) Utilizzare abbondante acqua corrente e potabile per il lavaggio accurato e prolungato degli ortofrutticoli;
b) Lavare anche i frutti e le verdure che verranno sbucciate;
c) Se la superficie del frutto o dell'ortaggio è dura, procedere anche allo spazzolamento;
d) Consumare senza buccia tutti i frutti e le verdure che possono essere sbucciati;
e) Asciugare la frutta e la verdura, se necessario, con della carta tipo Scottex. Detta operazione può facilitare l'asportazione di eventuale residuo rimasto sul prodotto.
 
Si rammenta che la porzione ragionevole giornaliera è di 3 frutti medi al giorno (circa 450 gr/die) e di 1,5litri - 2 litri di acqua al di.
Rivolgersi al proprio medico se si hanno sintomi come il dolore toracico, costrizione toracica, mancanza di respiro o grave affaticamento soprattutto se affetti da malattie croniche polmonari e cardiache.
 
 
*** 
 
 
Aggiornamento 16/07/2018
 
Questa mattina nella Residenza Municipale si è tenuto il tavolo tecnico a cui hanno partecipato tutti gli Enti preposti tra cui Ausl, Vigili del Fuoco, Arpae, Forze dell'Ordine, Società Kastamonu e Ufficio ambiente.
Durante l'incontro sono state valutate tutte le precauzioni da adottare e tutti gli adempimenti necessari al fine di scongiurare qualsiasi pericolo per la popolazione e gli animali.
 
Allo scopo, in data 15/07/2018 è stato attivato il COC (Centro Operativo Comunale di Protezione Civile) da cui parte il coordinamento generale del fenomeno.
Nelle prossime ore, il Sindaco Alice Zanardi emetterà un'apposita ordinanza contenente i comportamenti precauzionali da mettere in atto ai fini dell'incolumità pubblica.
 
La situazione è sotto controllo, monitorata da una squadra di Vigili del Fuoco, 24 ore su 24, coadiuvata dall'avvicendarsi di ulteriori squadre composte dalle aziende agricole limitrofe che hanno messo a disposizione le proprie atrezzature.
 
La Ditta Kastamonu sta effettuando le operazioni tecniche necessarie e ha dichiarato di mettere a disposizione tutte le proprie risorse economiche e non, in modo illimitato, per spegnere il prima possibile l'incendio, per poter tutelare l'ambiente e sottolinea di essere in piena collaborazione, in modo efficace e trasparente, con le Autorità competenti. Inoltre sottolinea che l'incendio ha interessato solo una parte del legname accatastato, senza provocare nessun danno a persone, edifici e macchinari.
 
I Vigili del Fuoco hanno confermato che l'incendio si è propagato in seguito all'autocombustione dovuta alle bombe d'acqua delle precedenti settimane, le quali poi, a causa delle temperature elevate, hanno causato un processo esotermico che ha portato alla fermentazione dei materiali che hanno generato l'incendio.
 
Ausl e Arpae stanno monitorando la qualità dell'aria.
 
*** 
  
15/07/2018 - Comunicato stampa
 
Nella giornata di sabato 14 luglio si è verificato un incendio ad una catasta di legno all'interno dello stabilimento Kastamonu (ex Falco).
 
Immediatamente sono state adottate tutte le misure previste per la gestione dell'emergenza. Sul posto sono intervenute squadre di Vigili del Fuoco, Ausl, Forze dell'Ordine ed Arpae, la quale già da ieri sera monitora cotantemente la qualità dell'aria.
 
Questa mattina il Sindaco, Alice Zanardi, ha istituito un tavolo tecnico alla presenza di tutti i soggetti interessati, dal quale è emerso che al momento non si rileva pericolo per la salute pubblica.
 
Le operazioni di spegnimento, vista l'entità dell'incendio, dureranno diversi giorni. Il fumo causato dall'incendio e dal vapore acqueo tendenzialmente durante le ore diurne ha direzione verso l'entroterra, mentre nelle ore serali si dirige verso il mare, con probabili conseguenze alla viabilità. Si consiglia quindi di usare prudenza.
 
Per domani mattina, lunedì 16 luglio, il Sindaco ha attivato un nuovo tavolo tecnico per aggiornamenti sulla situaizone, che saranno poi comunicati alla cittadinanza.
 
Il Sindaco ringrazia le aziende agricole che stanno aiutando i soggetti istituzionali impegnati nella risoluzione della situazione.
La ditta Kastamonu è a disposizione per ogni chiarimento.
 
Cerca nel sito

Anno precedente Mese precedente Dicembre 2018 Mese successivo Anno successivo
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
           1  2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 31            

Data ultimo aggiornamento: 15/12/2018
Versione 2.0  ( AFC 2007.01 )
Valid XHTML 1.0 Strict  Level Double-A conformance icon, 
          W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0