22/11/2019 - Flash mob contro la violenza sulle donne

 

Questa mattina, “Sulle note di Try, celebre brano di Pink, le allieve e gli allievi dell’ASD Hip Hop Missione Africa di Sonia Tarroni e dell’ASD Laboratorio Danza di Stefania Fogli ed Eleonora Gatti hanno realizzato il Flash mob dedicato ad Israhk, la studentessa 21enne uccisa dal padre nel 2015 e a tutte le donne vittima di violenza subita tra le pareti domestiche.

 

 

L'iniziativa, a cui hanno preso parte gli studenti, in piazza Matteotti è la prima di quelle organizzate per dire "no alla violenza sulle donne" e "basta femminicidi".

"Per questa edizione del flash mob abbiamo voluto con noi sul palco Zachia Yassaie – è intervenuta il Sindaco Alice Zanardi - la mamma di Amine Ishrak, giovanissima studentessa (di 21 anni) accoltellata a morte dal padre, nel vicino Comune di Mesola il 4 ottobre 2015. Zachia si è unita a tutti noi per raccontare la propria testimonianza di mamma, che sopravvive al dramma della morte violenta della figlia, per mano dell’uomo che aveva sposato e che, dopo l’omicidio, si è tolto la vita. Un dramma nel dramma.”

 

 

Zakya ha letto pubblicamente un invito, un monito a "Non accettare mai la violenza in nome dell'amore e ad amarsi, senza essere possessivi o gelosi, perchè il rispetto e la fiducia sono la base di ogni rapporto di coppia."