Marco Mangolini

Nome: Marco Mangolini Settore: Terzo settore - area tecnica Servizio: Servizio patrimonio Unità organizzativa: Servizio patrimonio ...

Marta Crivellari

Nome: Marta Crivellari Settore: Primo settore - area amministrativa Servizio: Servizi sociali e alla persona Unità organizzativa: Servizi...

Francesca Aguiari

Nome: Francesca Aguiari Settore: Terzo settore - area tecnica Servizio: Servizio amministrativo servizi tecnici Unità organizzativa: Ufficio...

Sara Marin

Nome: Sara Marin Settore: Primo settore - area amministrativa Servizio: Servizi sociali e alla persona Unità organizzativa: Servizi sociali ...

Notizia principale

L'ultimo viaggio di Dante Tra escursioni a tema, visite guidate, lecturae dantis, un'infiorata, un docufilm, camminate notturne animate, una rievocazione storica, conferenze...

A Pomposa i Carmina Burana per una serata dedicata alle vittime del Covid 19

Immagine A Pomposa i Carmina Burana per una serata dedicata alle vittime del Covid 19

Con un concerto dedicato alle vittime della pandemia, i Carmina Burana di Carl Orff, prosegue, giovedì 29 luglio 2021, nel parco San Guido Abate dell'Abbazia di Pomposa, la rassegna MUSICA POMPOSA, giunta alla sua 56a edizione.

L'Orchestra Arcangelo Corelli di Ravenna, grazie ad un format in esclusiva per l'Italia, accompagnata dalla Corale Quadriclavio di Bologna, porterà in scena, con inizio alle ore 21.15, un concerto di grande forza evocativa e di straordinario spessore artistico, che sta registrando il tutto esaurito nelle tante serate scritturate dai più prestigiosi teatri.

Lo spettacolo, ad ingresso gratuito, ma con prenotazione obbligatoria, organizzato dal Comune di Codigoro in collaborazione con  la Civica Scuola di Musica di Comacchio, diretta da Giorgio Borgatti e da Alessandro Vanzini, fa parte della stagione concertistica Musica Pomposa, realizzata in sinergia con Emilia-Romagna Festival, diretta da Massimo Mercelli.

Ben 70 elementi, tra orchestrali e coro porteranno in scena l'opera piu' celebre di Carl Orff. Fu proprio lo stesso compositore tedesco ad affermare che "Tutto ciò che ho scritto finora e che è stato pubblicato può essere distrutto. I miei lavori iniziano con i Carmina Burana." Il progetto è stato approvato, in esclusiva per l'Orchestra Corelli dalla Fondazione Orff. Con questo lavoro Orff rende omaggio ai componimenti medievali scritti tra l'XI e il XII secolo  dai clerici vagantes e dai goliardi, un omaggio che sarà amplificato dalla magnifica cornice monumentale medievale del complesso abbaziale di Pomposa.

"Dopo un periodo buio e difficile per l'Italia e per la nostra comunità che per prima, nella provincia di Ferrara, ha toccato con mano il dolore della perdita di persone care provocato dalla pandemia - commenta il Sindaco Sabina Alice Zanardi -, abbiamo pensato di organizzare un concerto interamente dedicato alle vittime del Covid. Con un pensiero carico d'affetto, vogliamo ricordare chi non ce l'ha fatta, rinnovando la nostra vicinanza ai loro familiari. Sarà una serata per stare idealmente tutti uniti in un grande abbraccio attraverso il linguaggio universale della musica, in un luogo in cui Mille anni fa la musica è nata, grazie al genio di Guido monaco."

I solisti invitati ad esibirsi nelle rappresentazioni dei Carmina Burana, la soprano Federica Livi, il tenore Francesco Tuppo ed il baritono Carlo Morini, sono professionisti affermati, artisti di alto livello, che vantano riconoscimenti nel panorama musicale italiano.

Jacopo Rivani che, nonostante la giovane età ha già diretto piu' di 150 recite d'opera e oltre 50 concerti sinfonici, incassando un grande successo di critica e di pubblico, è il direttore artistico e il direttore d'orchestra della Corelli. Il debutto al Ravenna Festival, accanto al maestro Riccardo Muti, ha segnato l'inizio di una carriera affastellata di collaborazioni prestigiose e successi.
Ha diretto i complessi del Teatro Carlo Felice di Genova e del Teatro Comunale di Sassari, la Haydn Orchester di Trento e Bolzano l’Orchestra Filarmonica Arturo Toscanini, l'Orchestra Regionale dell'Emilia Romagna, l'orchestra "I Pomeriggi Musicali di Milano", l’Orchestra Sinfonica del Teatro Rendano di Cosenza, la FORM – Orchestra Filarmonica Marchigiana, il SineForma ensemble, “Italian Chamber Opera Ensemble”, l’Orchestra Sinfonica della Repubblica di San Marino, l’Orchestra Lettimi, l’Orchestra da camera di Teramo, l’Orchestra 1813 di Como, l’Orchestra Filarmonica Italiana, l’Ensemble Tempo Primo e l’Orchestra Arcangelo Corelli, della quale e` direttore Artistico e Musicale dal 2010.

La Corale Quadriclavio di Bologna, fondata nel 1995 da Francesco Scognamiglio e diretta dal 1998 dal maestro Lorenzo Bizzarri, è un coro amatoriale orientato alla musica classica e barocca. Il direttore  Bizzarri si è diplomato in direzione d'orchestra al Conservatorio di Parma e in musica corale e direzione di coro al Conservatorio di Ferrara. Si è perfezionato in canto lirico come baritono con Paolo Barbacini. Collabora con orchestre italiane di pregio, tra le quali la A. Toscanini di Parma, l'Orchestra Sinfonica della provincia di Bari, la Bruno Maderna di Forlì, l'Orchestra Filarmonica europea di Milano, l'Orchestra Città di Ferrara, la A. Corelli di Ravenna, l'Orchestra Nova Amadeus di Roma. 
La Corale Quadriclavio ha  eseguito diverse opere liriche, tra le quali piu' volte La Traviata di Verdi, L'Lisir d'amore di Donizetti e Cavalleria Rusticana di Mascagni, eseguite in prestigiose sedi, quali il Teatro del Silenzio Lajatico con Placido Domingo e Andrea Bocelli, il Teatro Bonci di Cesena, Verdi di Busseto, Duse di Bologna, Reggia di Colorno e Arena Plautina di Sarsina.
Oltre ad eseguire costantemente i più celebri brani del repertorio a cappella classico, la Quadriclavio annovera tra le sue esecuzioni la grande Messa in Si minore, Jesu Meine Freude e Magnificat di J. S. Bach, la Messa di Requiem in Re minore K 626, Messa dell’Incoronazione K 317 e i Vesperae solennes de Confessore di W. A. Mozart, la Nona Sinfonia di Beethoven, lo Stabat Mater e la Petite Messe solennelle di G. Rossini, il Requiem di G. Verdi (Teatro dell’Opera di Lipsia, All Saints Church di Varsavia, Duomo di Cesena, Basilica dei Servi Bologna), i Carmina Burana di C. Orff (Teatri: Duse e Manzoni Bologna, Bonci Cesena, Diego Fabbri Forlì, Masini Faenza, dei Fluttuanti Argenta) e la Passione di Cristo secondo San Marco di L. Perosi (Basilica di Sant’Apollinare in Classe a Ravenna).

Per informazioni e prenotazioni è necessario contattare l'Ufficio Iat di Pomposa al recapito telefonico 0533-719110 (dalle ore 9.30 alle ore 12.30 e dalle ore 15 alle ore 18), oppure scrivere a iat.pomposa@comune.codigoro.fe.it

E' possibile prenotare un massimo di due posti, tenuto conto della platea ridotta, nel rispetto delle norme anti Covid 19 in vigore.


Marco Mangolini

Nome: Marco Mangolini Settore: Terzo settore - area tecnica Servizio: Servizio patrimonio Unità organizzativa: Servizio patrimonio ...

Marta Crivellari

Nome: Marta Crivellari Settore: Primo settore - area amministrativa Servizio: Servizi sociali e alla persona Unità organizzativa: Servizi...

Francesca Aguiari

Nome: Francesca Aguiari Settore: Terzo settore - area tecnica Servizio: Servizio amministrativo servizi tecnici Unità organizzativa: Ufficio...

Sara Marin

Nome: Sara Marin Settore: Primo settore - area amministrativa Servizio: Servizi sociali e alla persona Unità organizzativa: Servizi sociali ...

Notizia principale

L'ultimo viaggio di Dante Tra escursioni a tema, visite guidate, lecturae dantis, un'infiorata, un docufilm, camminate notturne animate, una rievocazione storica, conferenze...

Imposte, tariffe e finanza

Il servizio tributi assicura la corretta applicazione dei tributi comunali. A tal fine cura gli adempimenti connessi alla gestione e riscossione delle varie imposte e tasse previste dalle norme vigenti, con una costante attività di informazione e di supporto al contribuente.

 

Ultime notizie ed eventi

UNITÀ ORGANIZZATIVA TELEFONO MAIL
Servizio tributi 0533 729570 ufficio.tributi@comune.codigoro.fe.it