Nido d'infanzia "Pirin Pin Pin"

 

 

Il Nido d’Infanzia accoglie 36 bambine e bambini da 6 a 36 mesi, suddivisi in tre sezioni.


L’obiettivo del servizio educativo è facilitare lo sviluppo delle loro competenze, attitudini, potenzialità, passioni, nel rispetto della diversità ed unicità di ciascuno, attraverso percorsi basati sull’autonomia, sul benessere fisico, emotivo, affettivo e relazionale, sulla creatività, fantasia, intuito, curiosità, spontaneità e piacere, perché nulla può essere appreso senza piacere.

Il contesto di relazioni ricche tra coetanei e con le figure adulte presenti nel servizio amplifica il processo di sviluppo: l’imitazione e lo scambio sociale sono motori preziosi per il percorso evolutivo.

Gli educatori osservanoed ascoltano attentamente le bambine e i bambini, dandogli fiducia e fornendogli gli strumenti e la cornice adatta a stimolare l’esplorazione della realtà, a porsi domande, a trovare risposte e a realizzare progetti nati dalle idee e dagli interessi dei bambini stessi.

Il progetto pedagogico ed educativo del Nido è continuamente condiviso e co-costruito con le famiglie, elemento essenziale ed irrinunciabile del servizio stesso.

Gli educatori, continuamente formati, documentano i processi, i progressi e i risultati per renderli patrimonio comune. La cittadinanza stessa è coinvolta in iniziative promosse dal servizio ed estese a tutti i bambini e le bambine del territorio, per diffondere una cultura attenta ai bisogni dell’infanzia e finalizzata a contrastare la povertà educativa, per contribuire a creare una comunità educante.

Il coordinamento pedagogico è affidato ad una figura con competenze e formazione in materie psicologiche e pedagogiche; il suo ruolo consiste nel supervisionare l’attività educativa del gruppo di lavoro, promuovere progettualità sperimentali e innovative, predisporre i piani formativi, rapportarsi con le famiglie per ogni, possibile necessità, raccordarsi con l’Amministrazione comunale e con i servizi sociosanitari del territorio. Sono previste forme di gestione sociale dei cittadini (Comitato di Gestione).

La preparazione dei pasti avviene all’interno del nido, a cura di una cuoca che osserva rigorosamente le indicazioni alimentari fornite dal Servizio di Igiene Pubblica dell’ASL, nel rispetto delle diverse autonomie e fasi evolutive (ad es. svezzamento).

Il controllo igienico-sanitario è garantito dal Servizio di Igiene Pubblica dell’ASL.

 

Una giornata al nido:

La giornata inizia alle ore 7.45, si conclude alle 17.30 ed è così organizzata:

  • dalle ore 7.45 alle 9.30 si accolgono i bambini e le bambine; un tempo così ampio è pensato per rispettare i tempi e le esigenze delle singole famiglie;
  • dalle 9,30 alle 12,00 si alternano i momenti di cura, di riposo (per chi ne ha necessità), gioco e sperimentazione, lettura e dialogo, nel rispetto dei bisogni individuali.
  • Ore 12.00 finalmente si mangia!
  • E’ prevista la possibilità di rientrare a casa dalle 12,45 alle 13,15; per chi rimane, alle ore 13.30 si fa la nanna.
  • Ore 16.30 si fa merenda e poi si gioca, in attesa del rientro a casa.
  • Il momento del saluto è previsto dalle ore 16.45 alle 17.30.

 

Le iscrizioni:
Le domande di iscrizione devono essere tassativamente presentate:

  • dal 01.04 al 15.05 per l'inserimento nel mese di Settembre,
  • dal 01.10 al 31.10 per l'aggiornamento della graduatoria e ammissione al Nido da Gennaio.

A seguito delle domande pervenute al termine della scadenza del primo periodo indicato, in Luglio viene stilata la graduatoria, che rimane l'unica valida ai fini dell'inserimento nel Nido, in quanto le domande pervenute nel secondo periodo di iscrizione ne costituiscono un semplice aggiornamento.


Modalità di presentazione delle domande
L'iscrizione può essere effettuata

  • in via prioritaria in modalità on-line: è attiva nei periodi previsti per le iscrizioni al Nido d’Infanzia Comunale “Pirin Pin Pin”, sopra riportati. Per la presentazione della domanda d’iscrizione è necessario essere dotati di credenziali SPID.

Come ottenere le credenziali:

  • chi è già in possesso di credenziali SPID può compilare direttamente la domanda on-line;
  • chi ancora non ha una identità digitale può richiedere uno SPID LepidaID ed effettuare la procedura di riconoscimento presso gli uffici comunali, previo appuntamento, o ricevere assistenza in fase di registrazione, se necessario.

Chi non disponesse di dispositivi informatici, può ritirare il modulo all’ingresso del Municipio, nel corridoio che conduce all’Ufficio URP. Dopo averlo compilato, va consegnato all’Ufficio Protocollo del Comune di Codigoro.

Per ricevere informazioni e assistenza alla compilazione della domanda, nel periodo delle iscrizioni è disponibile l’Ufficio Pubblica Istruzione ai numeri: 0533 729540 / 510.

La graduatoria di ammissione viene formulata dal Comitato di Gestione del Nido d’Infanzia osservando i criteri definiti nell'apposito Regolamento.

Al momento dell'inserimento si può presentare l’Isee per avere diritto alla riduzione della retta fissa. Ogni anno la Giunta Comunale stabilisce l’importo delle tariffe per la retta fissa e per i pasti.

All’atto di presentazione della domanda, la bambina o il bambino per cui viene chiesta l’iscrizione deve essere in regola con l’obbligo vaccinale, come previsto dalla normativa vigente (L.R. 19/2016, art. 6 comma 2), salvo situazioni certificate dal Servizio Sanitario. Successivamente alla presentazione della domanda di iscrizione, il Comune di Codigoro acquisirà l'idoneità alla frequenza (attestante le avvenute vaccinazioni) direttamente all'anagrafe vaccinale provinciale della AUSL di competenza; in caso il bambino non sia registrato all'interno dell'anagrafe vaccinale territoriale di competenza, il genitore SI IMPEGNA a presentare direttamente agli uffici amministrativi preposti il certificato vaccinale entro il 30 GIUGNO 2021.

I bambini e le bambine non in regola con gli obblighi vaccinali previsti dalla normativa vigente NON potranno accedere al servizio educativo.

Per ragioni di privacy, la graduatoria sarà pubblicata con il numero di protocollo della domanda e non con il nominativo del bambino.