Monumento alla Bracciante

 

Il monumento alla "bracciante" nasce per ricordare la donna dei campi, che è uscita orgogliosa dal suo passato per prendere un nuovo posto nella moderna società; non più succube di nessuno, ma padrona di se stessa e del suo futuro.

 

 

Questo monumento, opera dello scultore codigorese Massimo Gardellini, rappresenta in modo concreto lanuova posizione sociale raggiunta dalla donna che finalmente può affacciarsi sul "palcoscenico" della vita non più da una posizione secondaria, ma attivamente ed in modo autonomo.

La particolare posa di questa statua infatti sta a significare la voglia e la capacità della donna di emergere, di uscire dagli schemi in cui per anni è stata imprigionata.