Passeggiata naturalistica nel Bosco Spada

 

La visita del piccolo bosco, di circa 10 ettari, permette di inoltrarsi in un'area verde all’interno della quale osservare le specie tipiche del territorio deltizio, compiendo un breve ma interessante percorso.

L’oasi naturalistica, relitto di macchia termofila che sorgeva su un cordone paleodunoso, presenta come specie arborea più diffusa il leccio e la farnia, e, nelle zone a modesta distanza dalla falda acquifera, il carpino bianco e carpino orientale; sono inoltre presenti estesi rimboschimenti a pino.

Nel piccolo lago interno invece si trova una vegetazione anfibia tipica di acque dolci, fra cui prevale la canna di palude e dove trovano rifugio specie come il germano reale, la gallinella d’acqua e Ardeidi quali la garzetta e l’airone cenerino.

 

 

Il ricco sottobosco è costituito prevalentemente da biancospino, pungitopo e asparago selvatico.

Bosco spada è delimitato da strade sterrate laterali, dalle quali è facile inoltrarsi nei sentieri interni a piedi o in bicicletta.

Modalità di visita: accesso libero percorrendo i sentieri interni.