SPID - Identità digitale
 
SPID è il  Sistema Pubblico di Identità Digitale che garantisce a tutti i cittadini e le imprese un accesso unico, sicuro e protetto ai servizi digitali della Pubblica Amministrazione e dei soggetti privati aderenti.
 
L'Amministrazione Comunale, in collaborazione con la Regione Emilia-Romagna, offre il servizio di "riconoscimento de visu" per l'erogazione di credenziali SPID "LepidaID" ai cittadini che ne fanno richiesta.
 
 
Per ottenere l'identità SPID "LepidaID" è necessario registrarsi all'indirizzo https://id.lepida.it/. E' possibile completare il processo di emissione delle credenziali tramite "identificazione de visu", cioè tramite identificazione da parte di un operatore, presentandosi personalmente presso gli uffici del Comune di Codigoro che erogano il servizio:
  • Ufficio relazioni con il pubblico
  • Ufficio anagrafe
  • Ufficio sistemi informativi (solo previo appuntamento al n. 329 5908654)

Durante la registrazione verranno richieste le scansioni di un documento di identità e della tessera sanitaria. E' necessario che la compilazione dei dati nel modulo di registrazione siano corretti al fine del rilascio delle credenziali.
L'identificazione de visu, presso gli uffici del Comune, prevede un breve controllo della correttezza dei dati e del documento di identità e si svolge di norma nell'arco di cinque / dieci minuti. 

 

Dal 23 marzo 2020, Lepida dà la possibilità di ottenere l’identità digitale SPID "LepidaID", gratuitamente, anche senza recarsi fisicamente a uno sportello autorizzato tramite strumenti di registrazione audio/video (piattaforma Google Meet, con webcam). Si possono quindi evitare spostamenti e ottenere accesso ai servizi online attraverso una procedura gratuita, completamente digitale e approvata da AGID (Agenzia per l'Italia digitale).
"Una misura aggiuntiva a salvaguardia dei cittadini - spiega l’Assessore alle Politiche per la salute, Raffaele Donini - che rientra nelle disposizioni urgenti della Regione per ridurre la necessità di spostarsi dal proprio domicilio e poter usufruire di tanti servizi sanitari online. La priorità, infatti, è quella di limitare al massimo tutti gli spostamenti, riservandoli ai casi di assoluta necessità”.